lunedì 12 gennaio 2015

"MY LOVELY ROOM"

Ciao amici del Cavolo, buon lunedì e benvenuti nella nuova rubrica "My Lovely Room"! Ve l'annunciavo nel primo post del 2015 ed eccoci qui al primo appuntamento. 
La rubrica "My Lovely Room" mi frullava in testa da almeno 8 mesi. Avevo voglia di proporvi una rubrica in cui raccontarvi di blogger che adoro, del loro stile, della loro stanza preferita. Blogger e non solo, anche menti creative, artisti. Non volevo però creare il solito post noioso e lungo da leggere quindi, dopo tanto pensare, ho deciso di redigerlo sotto forma di intervista. 
Tra il pensare e il fare è passato mezzo anno, ma non importa: eccoci qui al nostro primo appuntamento. Di lei parlai l'anno scorso, o meglio parlai della sua splendida cucina nel capanno . Forse qualcuno avrà già capito: parlo proprio della mente creativa ( e aggiungerei anche la mano!)  di  MILLA design .  Siete pronti ad immergervi nel suo stile inconfondibilmente unico?  Io creo proprio di si!

***

Ciao, come ti chiami e cosa fai di bello nella vita?


Ciao, mi chiamo Mia e nella vita mi divido tra due gemelli,due cani,un marito,una casa e la mia passione per il disegno, la pittura e la decorazione di interni. 
Ho da sempre disegnato e dipinto e da alcuni anni ho portato questa mia passione nell'arredamento, non dipingendo più solo su tela ma su mobili ed oggetti per la casa.
Ogni tanto mi occupo di arredare delle case o delle stanze per amici o per delle persone che trovo vicine al mio modo di vedere l'arredamento di una casa: mi piace che siano sempre coinvolte in ogni scelta, che abbiano la pazienza di seguirmi per mercatini. Mi piace anche che si fidino quando propongo di acquistare mobili orrendi con la promessa che un cambio colore li trasformerà. Adoro lavorare per e con dei proprietari di casa che non scappino se propongo una lampada in plastica a forma di banana alta due metri (che per intenderci non ho mai acquistato...solo perché non ne ho trovata ancora una!)

Qual è la tua stanza preferita?

La stanza che preferisco della mia casa è la zona giorno.



Perché la zona giorno è la tua stanza preferita?

Amo la mia cucina-sala da pranzo-salotto perché è la stanza della famiglia. L'ho voluta così per viverla comodamente tutti assieme, cani compresi! (N.R.D. Io adoro Mia anche per il suo amore sconfinato per gli animali!) .
C'è posto per correre e ballare. La sera spesso assistiamo a spettacoli di magia o "danza" interpretati da Emma & Dante. Gli ospiti sono sempre con noi: in un ambiente così è divertente cucinare circondati dagli amici (anche da quelli che criticano e consigliano aggiunte di spezie e aromi!).
Spesso, quando tutti i posti a sedere sono occupati, ci sediamo sui davanzali delle finestre per bere l'aperitivo. La zona giorno è una stanza nata per accogliere tante persone in modo informale ma che non disdegna la pace della famiglia: adoriamo goderci gli spazi in tranquillità, tutti sul grande divano (meglio se alla luce del fuoco nel caminetto!).




Quali sono i tre pezzi cult della tua stanza preferita?

Come dicevo poc'anzi, il mio caminetto! Mi piace sia acceso con il fuoco che scoppietta che spento, magari nella bella stagione con la luce e il paesaggio che si riflette sulle piastrelle lucide del rivestimento. 
Poi amo il mio "mobile delle cose inutili" che al momento ospita:
- un poster fluo della Moira Orfei, regina di stile e del kitsch (la mia cagnolina si chiama Moira in suo onore!)
- una tavola luminosa da ottico che fa una luce bellissima la sera (regalo del mio dottore!)
- l'omino Michelin, regalo che ho fatto per un Natale a mio marito (occupa il posto d'onore!).
Perché lo definiamo il mobile delle cose inutili"? Semplice, questo mobile accoglie sempre felice tutti gli oggetti che decido di metterci ( e che cambiano molto spesso!). 
Il terzo pezzo cult della mia zona giorno è un regalo di mia sorella: il bancone della cucina, un vecchio tavolone da lavoro da falegname sormontato da una mensola in ferro. Lo adoro perché nella sua vita precedente era su un vecchio treno e reggeva le valige dei viaggiatori. Il bancone mi piace perché è solido, affidabile e non si offende se ci appoggio oggetti da cucina improbabili...ha senso dell'umorismo lui, ne avrà sentite di barzellette durante i viaggi in treno!




Quali sono i 3 oggetti di design che adori di più?

Non ho tre arredi o oggetti in particolare che amo, non ho pezzi cult di designer famosi nella mia "lista dei desideri". Ho, piuttosto, tre categorie. Amo i lampadari vintage,anni'60-70, specialmente quelli color oro! Adoro le sedie dal design industriale o meglio ancora "scolastico", magari dal basso valore economico ma con quelle linee così famigliari e semplici. Per finire sono perdutamente innamorata dei vecchi dipinti che ritraggono antenati, meglio se antenati di altri e brutti...le donne con un'ombra di baffi sono le mie preferite!

Come definiresti il tuo stile?

Il mio stile (ammesso che ne abbia uno) è non avere uno stile. 
Mi piace quasi tutto: dai mobili barocchi al modernariato, dall'arte antica ai poster pop, gli oggetti antichi e consunti e la plastica più kitsch. Difficilmente scelgo un mobile o un oggetto per epoca o provenienza e solitamente mi lascio guidare solo dal colore o dalle forme.
Per me va bene tutto: oggetti antichi eredità della mia famiglia o "strane cose" estratte da un cassonetto. Il mio impatto emotivo con l'oggetto che per me ne determina il valore non la provenienza.

Puoi regalarci qualche dritta per riuscire ad ottenere il tuo inconfondibile stile? 

Non prendere l'arredamento di interni come se fosse una cosa seria. Arredare è un gioco: bisogna divertirsi, comprare tutto quello che ci piace non badando allo stile. Comprare solo quello che ci piace, mescolare, aggiungere, togliere. Non avere paura dei colori, provarli e giocarci. 
Nulla è sbagliato se a noi piace, è la nostra casa, fa parte della famiglia.

***

Come darle torto? Lei per me è la regina del tutto e del contrario di tutto. La dea del colore, dell'eclettico con stile e del vintage rivisitato. Un esempio su tutti? La ex rastrelliera per valige ha ritrovato nuova vita nella sua cucina: ospita le stoviglie e gli utensili di tutti i giorni. Guardate che soluzione meravigliosa!





Non posso che confermare il mio amore verso questa talentuosa creatrice di stile (e anche fotografa in questo caso!), e voi? Vi siete innamorati di lei?  Le sentite le farfalle nello stomaco? Io credo proprio di si, ma si sa che le farfalle adorano svolazzare di qua e di là, vero?  Una delle mie farfalline è volata via verso la stanza preferita di un'altra creativa. Volete sapere chi? Bene, non vi resta che attendere con trepidazione il prossimo appuntamento con "My Lovely Room"!


17 commenti belli:

  1. Vabbè, si inizia decisamente con il botto! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già! Erano sei mesi che la corteggiavo...eheheehehe

      Elimina
  2. Che bella rubrica! Sono curiosissima per le prossime puntate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci saranno i botti ed i fuochi d'artificio, stanne certa! Certi blogger da urlo, sia italiani che stranieri ( e il maschile non è un errore!)

      Elimina
  3. Bellissimo living!!!!! Un sogno tutta quella luce!

    RispondiElimina
  4. Che casa meravigliosa!!!! Fa brutto se dico che sono INVIDIOSISSIMA????!!!

    RispondiElimina
  5. Quanto colore e dinamismo! Bella rubrica cara Antonella aspetto le altre case che ti hanno colpito....un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che meraviglia per gli occhi? Ti aspetto allora...

      Elimina
  6. Ma che meraviglia!!!
    Mi piacerebbe proporre anche la mia di casetta...
    :)

    RispondiElimina
  7. Bella la rubrica, stupenda la casa! ...ora mi toccherà smaltare la cucina con quel rosa fluo!

    RispondiElimina
  8. Ogni volta che vedo la casa di Mia sbavo di brutto!

    RispondiElimina

♥ I tuoi commenti mi rendono felice e migliorano il blogacavolo. Grazie per la sincerità e l'affetto che mi dimostri! ♥